Hotel Rwanda

15.05.2017

Oggi abbamo visto con suor Michi il film "Hotel Rwanda" che è stato premiato come miglior film, che parla di una certa situazione in Rwanda un ex colonia belga nel 1994 dove ci fu la guerra che portò a un genocidio fra due etnie: Hutu (maggioranza con una milizia armata, si rivoltarono nei confronti dei Tutsi) e Tutsi (minoranza più benestante al potere).

Il protagonista è il direttore di un grande albergo belga a quattro stelle, Paul, appartenente all'etnia Hutu che successivamente ospiterà nel suo hotel oltre 900 persone tra staff e profughi.

La situazione in Rwanda è negativa e si ha la presenza dell'ONU, che cerca di risolvere la situazione, riuscendoci attraverso un accordo di pace che il presidente avrebbe dovuto firmare in Tanzania come accordo tra i due Stati. L'accordo però non fu mai firmato dal presidente Rwandese perché il suo volo venne sabotato dai ribelli. Allora i ribelli iniziarono la ribellione contro i Tutsi, cominciando a perseguitarli e uccidendoli ed è da questo momento che Paul fa diventare il suo hotel un campo profughi per i Tutsi perseguitati, ma anche per quegli Hutu che non volevano rivoltarsi. Iniziarono ad arrivare numerosi Tutsi, tra i quali una notevole quantità di bambini, che venivano messi a gruppi nelle poche camere rimanenti dell'hotel. Tutto sembrava poter resistere, ma un giorno i militari degli Hutu fecero incursione nella camera di Paul e gli ordinarono di portargli la lista dei clienti dell'albergo, per smascherare la trovata del direttore. Allora Paul prende tempo, chiamando il dirigente dell'hotel in Belgio, spiegandogli la situazione. Dopo qualche ora i militari si stufano e stanno per fare incursione, quando arriva un'improvvisa chiamata che gli dice di non fare irruzione. Paul dice ai suoi "clienti" di chiamare amici e parenti all'estero, salutandoli per l'ultima volta.

Successivamente il comandante dell' ONU arriva con una bellissima notizia: tante famiglie rifugiate possono finalmente abbandonare il Rwanda, andando dai loro parenti. Dopo un tentativo fallito, le tante famiglie e anche quella del direttore Paul, riescono an andarsene, passando per un campo, dove troveranno i pullman che li porteranno al confine, ma improvvisamente una dottoressa li avvisa della presenza delle nipotine scomparse dopo l'uccisione dei genitori. In conclusione, tutti insieme, lasciano il Rwanda per andare in Belgio ed è con questa bellissima immagine che si conclude questo bellissimo film.

Vi consigliamo di guardare questo film, perché è una storia molto interessante da vedere.