La tradizione della Befana

04.01.2018

Ciao a tutti! Siamo Cecile e Matilda

Oggi parliamo della festa della Befana, famosa tradizione italiana, festeggiata il 6 gennaio. Molte persone non conoscono la "Leggenda della Befana" e la sua origine. Per questo, oggi vi racconteremo la sua storia. 

I Re Magi stavano andando a Betlemme per rendere omaggio al Bambino Gesù. Giunti in prossimità di una casetta decisero di fermarsi per chiedere indicazioni sulla direzione da prendere. Bussarono alla porta e venne ad aprire una vecchina. I Re Magi chiesero se sapeva la strada per andare a Betlemme perché là era nato il Salvatore. La donna che non capì dove stessero andando i Re Magi, non seppe dare loro nessuna indicazione. I Re Magi chiesero alla vecchietta di unirsi a loro, ma lei rifiutò perché aveva molto lavoro da sbrigare. Dopo che i tre Re se ne furono andati, la donna capì che aveva commesso un errore e decise di unirsi a loro per andare a trovare il Bambino Gesù. Ma nonostante li cercasse da ore non riuscì a trovarli e allora fermò ogni bambino per dargli un regalo nella speranza che questo fosse Gesù Bambino.

E così ogni anno, la sera dell'Epifania lei si mette alla ricerca di Gesù e si ferma in ogni casa dove c'è un bambino per lasciare un regalo, se è stato buono, o del carbone, se invece è stato birichino!

E' tutto pronto, anche quest'anno, per l'immancabile "Corteo Storico della Val San Martino", organizzato dalla parrocchia di San Martino Vescovo con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale e della Pro Loco, che come sempre animerà le vie del centro il prossimo 6 gennaio.
La ricetta è sempre la stessa e anche per il 2018, nell'edizione numero 22, e ci si aspetta il tutto esaurito a Calolzio per i 300 figuranti in costumi d'epoca: 

  • 11:30 arrivo della Befana
  • 15:00 parte la corte dalla chiesa di Calolziocorte
  • 17:30 finale in piazza, in caso di pioggia il finale sarà alle 15:30