Gaming... che passione!

19.03.2018

Molti Youtubers che sono molto famosi, come noi ragazzi giocano anche loro ai videogiochi, ma ne ricavano anche una fonte di guadagno, quindi diventa per loro un vero e proprio lavoro. Questo non vuol dire che non facciano fatica e guadagnano senza far niente, ma dietro un semplice video ci sono moltissime ore di lavoro che riempiono un'intera giornata e addirittura anche la notte!Noi ragazzi di oggi siamo molto legati ai videogiochi, e oggi vi presentiamo i giochi che ci piacciono di più e che hanno spopolato sul web e nel mondo.

1. Tom Clancy's Rainbow Six Siege

È un videogioco sparatutto in prima persona tattico, non presenta una modalità storia ma piccole missioni da fare in single player. Si incentra unicamente sulla componente multiplayer online. Nell'online ci sono due modalità di gioco: partita libera e classificata, le mappe sono inoltre scelte casualmente come le modalità (salvataggio, artificieri e presidio). Sviluppato dalla Ubisoft Montreal e pubblicato dalla Ubisoft, il videogioco è stato annunciato il 9 giugno 2014 all'E3. Il gioco usa il motore grafico dell'Anvil Engine.

Il gioco è strutturato a Round, ogni Round si coprirà un ruolo: Attaccante o Difensore, a seconda del ruolo ricoperto ci saranno degli Operatori da scegliere designati per quel determinato ruolo. Gli operatori hanno armi e equipaggiamento unico, differente da operatore a operatore. Nel gioco sono presenti oltre 38 operatori base di Attacco e di Difesa più quelli che sono stati aggiunti in aggiornamenti e che verranno aggiunti in futuro, ognuno con il proprio equipaggiamento.

Tra le modalità selezionabili sono presenti le Simulazioni e Caccia ai Terroristi, da poter giocare in single player, oppure la modalità multigiocatore.

2. Fortnite Battle Royale

Epic Games ha deciso di rendere immediatamente aperta al pubblico la modalità competitiva di Fortnite, che è stato annunciato il 26 settembre 2017, in modo gratuito per chiunque possegga un PC da gioco, una PS4 o una Xbox One. La modalità Battle Royale di Fortnite dopo un breve caricamento, noi e altri 99 giocatori verremo imbarcati su un furgone, che ci permetterà di lanciarci col nostro paracadute all'interno di una mappa dall'estensione enorme, e dalla diversità di ambientazioni eccellente. Equipaggiati solamente col nostro fedele piccone, dovremo sin da subito compiere delle scelte tattiche e strategiche determinanti, poiché la zona d'atterraggio potrebbe essere già piena di nemici, oppure troppo distante dalle aree più ricche di risorse. In Battle Royale esistono le tempeste, ossia fenomeni atmosferici talmente pericolosi da costringerci a rifugiarci all'interno di alcuni luoghi sicuri, chiamati "barriere".
Tramite l'aiuto di un timer, il gioco progressivamente restringerà la nostra barriera, sempre più danneggiata dalla tempesta, fin quando non ci troveremo quasi faccia a faccia con i pochi superstiti della Battle Royale: sarà dunque impossibile scappare o evitare lo scontro all'infinito, ma dovremo equipaggiarci a puntino nel tentativo di resistere al fuoco nemico.

3. Call of Duty: World War II

Call of Duty: World War II (stilizzato Call of Duty: WWII), è un videogioco del genere sparatutto in prima persona, sviluppato da Sledgehammer Games per le piattaforme PlayStation 4, Xbox One e PC, pubblicato da Activision il 3 novembre 2017. Ufficializzato il 21 aprile 2017, il gioco è il quattordicesimo capitolo della serie Call of Duty, ambientato nuovamente nella seconda guerra mondiale dopo Call of Duty: World at War del 2008.

Come i suoi predecessori, Call of Duty: World War II è uno sparatutto in prima persona ma, a differenza di essi, rimuove il sistema avanzato di movimento presente nei due precedenti titoli Call of Duty del doppio salto e della "corsa sui muri". Infatti, per motivi di contesto storico, ritorna il movimento tradizionale nella serie ossia uno stile "a terra". Il gioco non presenta una meccanica di sprint illimitato, come visto nei due precedenti titoli. Invece di un meccanismo di movimento a scivolamento, che permetteva ai giocatori di scivolare velocemente sul terreno, WWII dispone di un meccanico hit-the-deck che permette al giocatore di saltare in avanti e di gettarsi a terra per riuscire a sfuggire rapidamente, simile ad una meccanica precedente chiamata dolphin dive in Call of Duty: Black Ops e Call of Duty: Black Ops II.

Kilian Carenini & Riccardo Arrigoni