Capodanno cinese

27.01.2020

Quest'anno il capodanno cinese o festa di primavera cade il 25 gennaio: è la festa più importante per i cinesi e si festeggia ogni anno in una data diversa.

Nasce da un'antica leggenda che narra di un mostro chiamato Nian: secondo la leggenda, il Nian era solito uscire dalla sua tana una volta ogni 12 mesi per mangiare esseri umani; l'unico modo per sfuggire a questo tributo di sangue era spaventare il Nian, sensibile ai rumori forti e terrorizzato dal colore rosso.

Per questo motivo, sempre secondo la leggenda, ogni 12 mesi si è soliti festeggiare l'anno nuovo con canti, strepitii, fuochi d'artificio e con l'uso massiccio del colore rosso. Un'eco di questa leggenda potrebbe essere rimasto nella rituale danza del leone, una tradizione praticata durante le feste nella quale si sfila per le strade inseguendo una maschera da leone, che rappresenterebbe appunto il Nian.

A causa del nuovo coronavirus, in Cina sono morte finora 81 persone e sono stati segnalati oltre 2.700 casi confermati di persone che si sono ammalate a causa del virus. La situazione continua a essere difficile soprattutto a Wuhan, città della Cina centrale dove alla fine del 2019 erano partite le prime segnalazioni di pazienti con gravi polmoniti, che hanno poi portato alla scoperta del coronavirus. 

Solo nella provincia di Hubei, di cui Wuhan è il capoluogo, sono morte 76 persone e ce ne sono centinaia in condizioni gravi. Il governo cinese ha disposto l'isolamento di Wuhan e di diverse altre città; misure che interessano decine di milioni di persone con lo scopo di ridurre il rischio di nuovi contagi. 

Quindi a causa di questa infezione i festeggiamenti del capodanno cinese sono stati sospesi e rimandati.